Select Language: IT | ENG | DE
Responsabilità sociale
“Ritengo che le persone meno fortunate di noi meritino un’attenzione particolare. Chi fa l’imprenditore, a mio parere, è una persona fortunata: fa un lavoro che ama e, soprattutto, è predisposto a lavorare con gli altri e per gli altri. Credo sia per questo che emergono il desiderio e la volontà di contribuire al benessere di chi ha più bisogno”.
Natascia Camiscia

Sono proprio le parole della titolare a far capire cosa spinga l’azienda ad impegnarsi in numerose iniziative no-profit legate al sociale. Emblema di queste attività è stato l’importante contributo fornito dalla Universal Caffè dopo il terremoto che nell’aprile del 2009 ha colpito la provincia dell’Aquila. L’azienda, infatti, in piena fase di emergenza, ha donato caffè e macchine da caffè a diverse tendopoli delle aree interessate dal sisma.

Sempre nel 2009, inoltre, è stata inaugurata - nell'ambito di una collaborazione avviata nel 2003 con "Trenta ore per la vita" - una Casa-Alloggio per i pazienti del reparto di Onco-Ematologia pediatrica dell'Ospedale Santo Spirito di Pescara. Un intero appartamento di tale Casa-Alloggio, che consentirà ai genitori di non separarsi dai figli durante la loro degenza, è stato costruito proprio grazie ai finanziamenti di Universal Caffè. Tale progetto, denominato "Il Caffè... per la Vita", dal 2003 accompagna costantemente le iniziative sociali dell'azienda.
 
Altra attività molto importante è la collaborazione con il centro socio-riabilitativo “Laboratorio Incontro” di Montesilvano (Pescara). Il centro, nato nel 1992 con lo scopo di favorire il reinserimento di persone diversamente abili attraverso percorsi mirati di integrazione sociale e lavorativa, si sostiene solo grazie alla vendita dei manufatti realizzati da chi ne fa parte e, proprio per questo, ha particolare bisogno di contributi concreti. Un'iniziativa analoga è stata portata avanti per il Centro Don Orione di Pescara, una struttura che, nata nel 1972, contribuisce al recupero du soggetti affetti da minoranze fisiche, psichiche e sensoriali.

L’azienda, inoltre, dal 2007 aderisce ai progetti equosolidali del circuito internazionale Fair Trade, destinati a sostenere le popolazioni che vivono nelle aree più svantaggiate del mondo. L'acquisto di caffè crudi Fair Trade consente di contribuire al miglioramento delle condizioni di vita e di lavoro delle cooperative dei piccoli coltivatori e al finanziamento della costruzione di scuole per i loro figli.